Più cerchiamo, attraverso la nostra forza di volontà, di controllare la nostra fantasia e più essa cresce.

State correndo nel parco, ad un certo punto scoprite di essere soli e che i lampioni si sono spenti a causa di un black out. Come mai la frequenza delle vostre pulsazioni va alle stelle? E come mai, non si altera quando attraversate una strada piena di traffico mangiando un panino?

Ritornando all’esempio del parco: più cercate con la vostra volontà, di non pensare ad un eventuale maniaco e più ci penserete mentre cercate di tornare a casa  nell’attraversare il buio del parco.( il vostro intelletto vi ha abbandonato?)

I più analitici tra di noi, sono stati abituati a credere che , se ci si impegna con sufficiente forza di volontà, si può ottenere qualsiasi cosa: cioè con la forza di volontà si riesce a moderare le compulsioni e gli stimoli del subconscio.

Non è esattamente così, la nostra fantasia è più potente.

Se vogliamo esercitare un’influenza sul modo in cui pensiamo e ci sentiamo, dobbiamo coinvolgere la nostra fantasia piuttosto che il nostro intelletto.

La fantasia ci può aiutare anche a superare sensazioni e situazioni di stress.( ma ne parlerò più avanti).