Abbiamo svolto egregiamente le nostre attività basilari? BENE!

A questo punto non ci rimane che  valutare se il piano è in linea con l’obiettivo principale.

Per analizzare l’efficienza del piano, dobbiamo raffrontare ciò che è avvenuto nella realtà a quanto era stato pianificato.Così facendo ci renderemo conto, soppesandole, se le cose che avevamo programmato sono andate a buon fine oppure no perché qualcosa non ha funzionato.

Il processo prevede di valutare:

  • la qualità e la coerenza del lavoro: se corrisponde a quanto pianificato o no;
  • i tempi nei quali il lavoro doveva essere portato a termine;
  • ad esempio per coloro che producono creazioni – saluto la mia amica blogger allegrabottega –  il costo reale rispetto ai costi previsti.

Per esempio, “invio del proprio elaborato agli editori”.

Qualità: invio a sei editori scelti

Quantità: solo un editore ha mostrato interesse per l’opera proposta

Tempi: L’intera procedura ha richiesto più tempo del previsto, in quanto le risposte sono state lente e hanno comportato un’insistenza snervante.

Costo reale(extra): Produzione di spese extra, perché si sono effettuate più telefonate di quanto era stato preventivato.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...