Sono convinto, anzi ne sono certo che  scrivere per il proprio blog sia una strategia giusta per la nostra anima, scrivere con passione(la nostra passione, il nostro pathos) ci fa sentire davvero BENE! Sono stati scritti tantissimi ebook sull’argomento , una cifra impressionante, basta andare su google e digitare la parola chiave per rendercene conto. La cosa che ho notato, però, è che sono estremamente tecnici , esclusivamente per gli addetti ai lavori. Io vorrei fare altro, vorrei scrivere un ebook sull’argomento pigiando note molto più semplici, ma allo stesso tempo efficaci(PER TUTTI!).Un segnale di condivisione per quelli che seguono il mio blog, e per quelli che mi seguiranno o semplicemente per quelle persone che vorrebbero approfondire l’argomento.

Il discorso è semplice,  scrivere per il proprio blog in maniera efficace, quindi creare un blog persuasivo , la ricetta migliore che possiamo avere è quella di essere noi stessi( il successo arriverà da solo senza ricorrere a diavolerie tecniche come SEO e SEM).

Quanti di noi, hanno desiderato almeno una volta, di poter leggere nel pensiero di chi ci sta di fronte(amico, parente,amato,amata, cliente,follower, ecc), al fine di ottenere il pieno consenso?

Dobbiamo iniziare a scrivere senza evidenziare ,a tutti i costi, di “avere ragione“, E DI RISULTARE ESTREMAMENTE SACCENTI,dobbiamo cercare di attirare il nostro lettore  SFIORANDO  le sue leve emozionali.

Attraverso i nostri post dobbiamo cercare, sempre di stabilire un’interazione con il nostro lettore, perchè la relazione è sinonimo di “persuasione”, “seduzione”, “guida”.

Tenete presente, però, a differenza dell’interazione che avviene di persona, non avrete a disposizione ,in questo caso,  fattori integranti persuasivi quali gesti, sguardi,voce, pause,espressioni di ritmo e di parlata, ecc.

Il compito potrebbe sembrare difficile, ma vi assicuro che non è così.

Attraverso i nostri post, le nostre parole possiamo comunque trasmettere, comunicare agli altri il nostro stato emozionale(SIATENE CERTI!)

Scrivere per il proprio blog, significa scrivere contenuti, quindi significa utilizzare un linguaggio che viene definito “numerico” attraverso l’uso di parole e di sintassi logiche.

Incominciamo ad impostare il nostro blog focalizzandoci su un solo argomento, non parliamo di tutto e niente, perchè non avendo a disposizione il linguaggio non verbale, dobbiamo far leva sul principio di interazione simmetrica, ovvero un’interazione basata sull’uguaglianza, dove il comportamento di un membro tende a rispecchiare quello dell’altro.

 

Annunci

21 pensieri riguardo “1.COME CREARE UN BLOG PERSUASIVO

  1. pensi di non considerare, dunque, un tipo di blog che comunichi anche attraverso la visualizzazione di una presenza d’autore attraverso foto, video. Anche per siti che usano comunque non solo la parola, intendi comunque soffermarti sulla scrittura? mi pare di capire che ti avvii a questo tipo di lavoro col tuo nuovo ebook, o sbaglio?
    Ti faccio questa domanda, proprio io che uso sostanzialmente la parola, perché mi incuriosisce in quanto ci sono blog in cui gli articoli sono concepiti su un ‘interazione tra parole, immagini, suoni, altro. Cioè, tu intendi per ‘articolo’ la quota di scrittura?
    buona giornata 🙂

    Liked by 1 persona

  2. Tutto giusto, quel che dici; ma c’e’ una cosa in piu’ da considerare:

    ” diavolerie tecniche come SEO e SEM “..

    sono comunque STRUTTURALITA’ con le quali, BISOGNA! andarci d’accordo.( conoscendole come funzionano).
    E una volta conosciute, DARANNO IL “TURBO” worldwide! AI CONTENUTI.

    Non e’ solo questione di SOSTANZA..e’ anche questione di TECNICA e TECNOLOGIA; e sicuramente, questa versione di WP, quella che usa la maggior parte di noi….NON DA’! i consensi MERITATI. ( al di la’ degli SFORZI e CONTENUTI)

    Liberi di credere anche diversamente…ma se non si va ” UN POCHINO CON” ( Seo,Sem, e tecnologia)..si lavora come dei PAZZI, per qualche briciola…

    Liked by 2 people

    1. sicuramente la tua puntualizzazione ha fonti certe(il sem “va bé” lo conosciamo da risultati(pagando) ma anche lì ci vuole tecnica per gestire una campagna e superare il punto di pareggio rispetto a quello che investi.
      Se poi parliamo di Seo, lì si fermano un pò gli orologi! Tremila teorie e tremila ipotesi, una fra tutte il link building che non piace all’algoritmo di Google.Se poi il link in entrata è spontaneo, fisiologico allora tutto cambia. Ho una mia teoria, basata sul link spontaneo che cercherò di esternare attraverso il mio blog. Forse un pò più lenta a breve termine, ma a lungo…. Speriamo che non diventi la tremilaunesima. A presto cara, grazie per il commento.

      Liked by 1 persona

  3. Il problema è che quando hai blog come il mio, che si occupa di lavori femminili, come uncinetto maglia ricamo, hai un lettore specifico. Io ho provato ad inserire altri argomenti come libri, storia, ma l’unico che ha riscosso successo è stata la cucina, cosa di cui leggo poco anch’io! Per cui se allargando gli argomenti si perdono i lettori ne vale la pena? In fondo scriviamo il blog x farci leggere. Lo so bene perché due anni fa sono dovuta passare a WordPress, perché Google mi aveva penalizzata, nn ho mai scoperto il motivo, e avendo il blog su Blogger non avevo indicizzazioni, praticamente zero. È stato un colpo perché stavo andando sempre meglio, tipo 1500 visualizzazioni al giorno, ora ne faccio 2000 circa.

    Liked by 2 people

  4. Un blog persuasiso. Bella l’idea, ma forse è tutto relativo, dipende dagli obiettivi. Il mio blog ha circa 3 anni e quasi 8.000 visite. Anche io visito la pagina statistiche per verificare quanti hanno letto gli ultimi articoli. Si tratta dell’azione dell’ego. In ognuno di noi se ne sviluppa una certa quantità. Siamo come l’astronave per la luna, per uscire dall’atmosfera abbiamo da liberarci di parti di noi, ogni stadio una evoluzione verso la leggerezza. Nella prima fase lo facciamo per noi, nella seconda per gli altri, nella terza parte l’ego e allora ci chiede risultati. No forse non devo persuadere nessuno, non ancora. Allora preferisco restare nel mio blog fin troppo generico e cerco di ignorare il numero di quanti lo visitano.

    Liked by 1 persona

  5. Ho scelto un sito web di cucina perché mi piace cucinare e soprattutto consigliare li dove posso…non mi reputo una chef…ma ho davvero tanta passione! Per adesso vedo un bel riscontro..speriamo che continui così…

    Liked by 1 persona

      1. Thanks for liking my post……it means a lot…. And i m really sorry i can’t understand this language…. But really want to read your post…. So hope you would write something in English…… Thank you so much…. Keep smiling 😊😊

        Liked by 1 persona

  6. Vi vedo accesi/e su questa discussione e sarei felice di avere opinioni anche su quanto da tempo sto cercando di curare e far crescere anche se la vivo più come valvola di sfogo personale, come reale diario, come agorà in cui potermi confrontare con chi ha il piacere di spendere due secondi in più dopo aver letto , magari per dissentire o comunque esprimere una sua posizione o opinione.
    Grazie a tutti/e!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...